Meraviglie dalle Marche 2

19 settembre - 30 novembre ...

Giovan Lorenzo Bernini

e il Barocco ...

Pietà

Museo-Antico ...

Lorenzo Lotto e i Tesori artistici di Loreto

Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo, ...

http://www.artifexarte.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/307645f.jpg
http://www.artifexarte.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/459344slide.jpg
http://www.artifexarte.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/518042slide_pieta__.jpg
http://www.artifexarte.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/5115801.jpg
News Image

Meraviglie dalle Marche 2

19 settembre - 30 novembre 2014...

News Image

Giovan Lorenzo Bernini

e il Barocco romano...

News Image

Pietà

Museo-Antico Tesoro...

News Image

Lorenzo Lotto e i Tesori artistici di Lo

Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo, Roma...

Home
Meraviglie dalle Marche 2

19 settembre - 30 novembre 2014

(l'inaugurazione avrà luogo il 18 settembre)

Museo Nacional de Arte Decorativo

Buenos Aires

a cura di Giovanni Morello e Stefano Papetti

 Invito_Meraviglie_II_.jpg

 A seguito del grande successo del 2012, che vedeva protagoniste le magnificenze artistiche della Regione Marche, esposte nella mostra dal titolo Meraviglie dalle Marche, svoltasi presso lo spazio espositivo del Braccio di Carlo Magno e, successivamente, presso il Museo Nacional de Arte Decorativo di Buenos Aires, la mostra ritorna con una seconda edizione ad offrirsi ad un pubblico internazionale per poter ammirare una nuova selezione di capolavori provenienti dalle raccolte pubbliche e private delle Marche.

Leggi tutto...
 
Giovan Lorenzo Bernini e il Barocco romano

Capolavori da Palazzo Chigi in Ariccia e da altre raccolte

27 novembre 2014 – 29 marzo 2015
Museu Nacional de Belas Artes

Rio de Janeiro, Brasile

a cura di Giovanni Morello e Francesco Petrucci

bernini facebookQuesta mostra nasce dall'occasione di poter disporre di una importante collezione di opere del Barocco romano, conservate nel Palazzo Chigi di Ariccia (Roma), sede del "Museo del Barocco Romano", punto di riferimento internazionale per gli studi sul collezionismo e sull'arte barocca italiana, con particolare focalizzazione su Roma.

Leggi tutto...
 
Lorenzo Lotto e i Tesori artistici di Loreto

Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo, Roma

Febbraio/Aprile 2015

1.jpg

Il Museo-Tesoro di Loreto, ospitato negli ambienti del cinquecentesco Palazzo Apostolico di Loreto, adiacente alla basilica della Santa Casa, prende vita a seguito dei periodi trasferimenti di opere ed oggetti d'arte che, a partire dalla metà dell'Ottocento, dalla Basilica e da altri ambienti contigui, come la farmacia, nelle sale del Palazzo Apostolico. Nel 1919 Luigi Serra pubblica il primo catalogo della Santa Casa di Loreto. Il museo viene inaugurato ufficialmente l'8 settembre 1951, ma solo molti anni dopo, il 15 giugno 1974, viene aperto continuativamente al pubblico.

Leggi tutto...
 
Pietà

Michelangelo Buonarroti

Dal 23 novembre 2013 al 30 aprile 2014

PROROGATA AD OTTOBRE 2014

calco originale in esposizione

presso il Museo-Antico Tesoro

della Santa Casa di Loreto

facebook-la-Pieta copia

Dal 23 novembre sarà possibile ammirare, presso il Museo-Antico Tesoro della Santa Casa di Loreto, il calco originale della Pietà di Michelangelo Buonarroti. Lo straordinario prestito è stato concesso dalla Fondazione Giovanni Paolo II per la Gioventù in occasione del rientro dell'opera da Rio de Janeiro dove è stata esposta presso il Museo Nazionale di Belle Arti nella mostra Sulle orme del Signore. Capolavori d'arte dal Vaticano e dai Musei Italiani organizzata in occasione della XXVIII Giornata Mondiale della Gioventù, incontro mondiale dei giovani di tutto il mondo con Sua Santità Papa Francesco.

Comunicato Stampa

DSC 0259

 
Museo-Antico Tesoro della Santa Casa di Loreto

 

Gestione triennale di Artifex s.r.l. - comunicare con l'arte, siglata con la Delegazione

Pontificia della Santa Casa di Loreto, per la promozione e valorizzazione del patrimonio

artistico e culturale di Loreto e dell'arte sacra in generale.

AFFLUENZA DEL PUBBLICO MUSEALE:

Da gennaio a dicembre 2013: totale visitatori N°11236

Da gennaio a luglio 2014: totale visitatori N° 6891

 

Dal 2 giugno sarà disponibile la nuova guida breve del Museo-Antico Tesoro

acquistabile presso il Museo o tramite sito Artifex

(per info Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Tel: +39 071 9747198 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Tel: +39 06 68193064)


Il Museo-Antico Tesoro del Santuario è situato nei piani superiori del braccio ovest del Palazzo Apostolico. Si è venuto formando alla fine del secolo XIX con oggetti e dipinti provenienti per lo più dal Palazzo Apostolico e dalla Basilica, compresi alcuni affreschi staccati. Fra i vari oggetti d'arte spiccano le pregevoli tele di Lorenzo Lotto, la prestigiosa collezione di ceramiche rinascimentali e i dieci arazzi raffaelleschi. Nelle sale VII e VIII del Piano nobile sono esposti dieci Arazzi, realizzati su cartoni o copia di cartoni di Raffaello e ispirati ai testi biblici del Nuovo Testamento. Nove di questi sono stati eseguiti a Bruxelles da Enrico Mattens nel 1620-1624 e donati al Santuario di Loreto dal genovese Giovanni Battista Pallavicino nel 1667. Il decimo, di altra mano, ha per tema la Madonna del Divino Amore, con Gesù Bambino, San Giovannino e Santa Elisabetta e faceva parte di una diversa serie di arazzi sulla vita della Vergine commissionata dal vescovo di Liegi Erard de la Mark (+1538), sempre su modello di Raffaello. Fu donato al Santuario dal cardinale Pietro Ottoboni nel 1723. I soggetti sono trattati con libertà rispetto al modello raffaellesco e con più dovizia di particolari esornativi.

La collezione delle maioliche dell'antica spezieria della Santa Casa, giudicata una delle più prestigiose del genere, è costituita da un primo nucleo di 350 esemplari, proveniente dalla bottega di Orazio Fontana ( +1571), a cui si è aggiunta, nel 1631, una collezione di vasi, 111 pezzi, acquistati presso la bottega dei Patanazzi tutti istoriati con fatti biblici e scene mitologiche risalenti alle Metamorfosi di Ovidio, alla storia greca, sicula e romana. Una terza raccolta contiene esemplari vari acquistati nel corso degli anni, tra cui quattro "albarelli" di Francesco Antonio Grue (1686 - 1746).

I dipinti, su tavola o su tela, sono quasi tutti a soggetto religioso e provengono dagli altari della Basilica. La maggior parte di essi è stata realizzata nella seconda metà del XVI secolo (Antonio da Faenza, Francesco Menzocchi, Girolamo Muziano, Felice Damiani, Federico Zuccari) gli altri abbracciano un arco di tempo che va dal XVII al XX secolo (Guido Reni, Filippo Bellini, Simone Vouet, Antonio Zanchi, Giuseppe Maria Crespi, Sebastiano Conca, Francesco Foschi, Cesare Maccari). Della collezione fanno parte anche alcuni affreschi di Pellegrino Tibaldi e di Cristoforo Roncalli.

 

Orario estivo180x300

(dal I giugno al 30 settembre 2014):

dal Martedi' alla Domenica 10.00 - 13.00
dal Martedì al Venerdì 16.00 - 19.00depliant-estivo-sito

Sabato - Domenica 16.00 - 20.00 - Lunedì chiuso

Iniziative estive

"Concerti d'Organo da Gustare" 

I Concerti dOrgano A3 C copia

comunicato stampa

 

Orari di Apertura:

dal Martedì al Venerdì:

10.00 - 13.00 / 15.00 - 18.00 

Sabato - Domenica:

10.00 - 13.00 / 15.00 - 19.00

Lunedì chiuso

(l'ingresso è consentito fino a 

mezz'ora prima dell'orario di chiusura)

 

Leggi tutto...