La Maddalena tra peccato e penitenza

a cura di Vittorio Sgarbi 4 settembre 2016 - 8 gennaio 2017Loreto, Museo - Antico Tesoro della Santa Casa   Orari mese di novembre e dicembre 2016 da lunedì a venerdì: 10.00/13.30- 15.00/18.00sabato e ...

Maria Mater Misericordiae

Palazzo del Duca Piazza del Duca, 1 Senigallia 28 ottobre 2016 - 29 gennaio 2017 Oraridal martedì al mercoledì15.00-20.00dal giovedì alla domenica10.00-13.00 e 14.00-19.00 lunedì: chiuso Informazionitel: 366.67.97.942circuitomuseale@comune.senigallia.an.itwww.senigalliaturismo.it Biglietti Vai alla photogallery - Conferenza stampa Vai alla ...

Olivuccio di Ciccarello dai Musei Vaticani ad Ancona

Museo Diocesano "Mons. Cesare Recanatini" di Ancona 4 marzo - 4 giugno 2017   Tornano ad Ancona le opere dell'antica chiesa della ...

http://www.artifexarte.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/926635locandina_Maddalena___Copia.jpg
http://www.artifexarte.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/307225stendardo_200x90_LEONARDO___Copia.jpg
http://www.artifexarte.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/766220per_sito_finestra_slide___locandina_OLIVUCCIO.jpg
News Image

La Maddalena tra peccato e penitenza

a cura di Vittorio Sgarbi ...

News Image

Maria Mater Misericordiae

Palazzo del Duca Piazza del Duca, 1 Senigallia 28 ottobre 2016 - 29 genna...

News Image

Olivuccio di Ciccarello dai Musei Vatica

Museo Diocesano "Mons. Cesare Recanatini" di Ancona 4 marzo - 4 giugno 2017 ...

Home Musei
Museo-Antico Tesoro della Santa Casa di Loreto
logo-ARTIFEX - Copia LOGO-NUOVO-ARTIFEX-def

 

Museo-Antico

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ORARI MESE DI GIUGNO

Dal lunedì al venerdi:

10.00/13.00 - 15.00/18.00

sabato e domenica:

10.00/13.00 - 15.00/19.00

l'ingresso è consentito fino a mezz'ora

prima dell'orario di chiusura

INGRESSO MUSEO

Biglietto intero: € 6,00
Biglietto ridotto: € 4,00

(over 65, militari,studenti,

sacerdoti e suore, soci Touring Club - dietro

presentazione di regolare documento)
Biglietto Family: € 10,00 (nucleo familiare)
Biglietto scuole e giornalisti: € 3,50

Biglietto Mini-group (da 10 a 19 pax): € 5,00
Biglietto Gruppo (da 20 a 50 pax): € 4,00

Per informazioni e visite guidate

Museo-Antico Tesoro:

Tel: +39 071 9747198

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Artifex – comunicare con l'arte:
Tel: +39 06 68193064
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

AFFLUENZA DEL PUBBLICO MUSEALE (escluse entrate gratuite):

Dal 1 gennaio a dicembre 2013: totale visitatori N°11236

Dal 1 gennaio a dicembre 2014: totale visitatori N°13176

Dal 1 gennaio al 30 dicembre 2015: totale visitatori N°10668

Dal 1 gennaio al 31 dicembre 2016: totale visitatori N°19252

Dal 1 gennaio al 31 maggio 2017: totale visitatori N°3167

CENNI STORICI E COLLEZIONI DEL MUSEO-ANTICO TESORO

Il Museo-Antico Tesoro del Santuario è situato nei piani superiori del braccio ovest del Palazzo Apostolico.Si è venuto formando alla fine del secolo XIX con oggetti e dipinti provenienti per lo più dal Palazzo Apostolico e dalla Basilica,compresi alcuni affreschi staccati. Fra i vari oggetti d'arte spiccano le pregevoli tele di Lorenzo Lotto,la prestigiosa collezione di ceramiche rinascimentali e i dieci arazzi raffaelleschi. Nelle sale VII e VIII del Piano nobile sono esposti dieci Arazzi, realizzati su cartoni o copia di cartoni di Raffaello e ispirati ai testi biblici del Nuovo Testamento. Nove di questi sono stati eseguiti a Bruxelles da Enrico Mattens nel 1620-1624 e donati al Santuario di Loreto dal genovese Giovanni Battista Pallavicino nel 1667. Il decimo, di altra mano, ha per tema la Madonna del Divino Amore,con Gesù Bambino, San Giovannino e Santa Elisabetta e faceva parte di una diversa serie di arazzi sulla vita della Vergine commissionata dal vescovo di Liegi Erard de la Mark (+1538), sempre su modello di Raffaello. Fu donato al Santuario dal cardinale Pietro Ottoboni nel 1723. I soggetti sono trattati con libertà rispetto al modello raffaellesco e con più dovizia di particolari esornativi. La collezione delle maioliche dell'antica spezieria della Santa Casa, giudicata una delle più prestigiose del genere, è costituita da un primo nucleo di 350 esemplari, proveniente dalla bottega di Orazio Fontana ( +1571), a cui si è aggiunta, nel 1631, una collezione di vasi, 111 pezzi, acquistati presso la bottega dei Patanazzi tutti istoriati con fatti biblici e scene mitologiche risalenti alle Metamorfosi di Ovidio, alla storia greca, sicula e romana. Una terza raccolta contiene esemplari vari acquistati nel corso degli anni, tra cui quattro "albarelli" di Francesco Antonio Grue (1686 - 1746).I dipinti, su tavola o su tela, sono quasi tutti a soggetto religioso e provengono dagli altari della Basilica. La maggior parte di essi è stata realizzata nella seconda metà del XVI secolo (Antonio da Faenza, Francesco Menzocchi, Girolamo Muziano, Felice Damiani, Federico Zuccari) gli altri abbracciano un arco di tempo che va dal XVII al XX secolo (Guido Reni, Filippo Bellini, Simone Vouet, Antonio Zanchi, Giuseppe Maria Crespi, Sebastiano Conca, Francesco Foschi, Cesare Maccari). Della collezione fanno parte anche alcuni affreschi di Pellegrino Tibaldi e di Cristoforo Roncalli.

LA SEDE

Il Museo-Antico Tesoro della Santa Casa è collocato nei piani superiori del braccio occidentale del Palazzo Apostolico, che si articola a sinistra e di fronte alla Basilica, nella Piazza della Madonna, caratterizzato da un imponente porticato e da un loggiato soprastante in bianca pietra d'Istria, d'ordine dorico al pianterreno e ionico al piano superiore.

L'ideazione del Palazzo si deve all'architetto pontificio Donato Bramante, inviato a Loreto da Giulio II nel 1507 con l'incarico di "disegnare molte opere": hanno lavorato alla sua realizzazione illustri architetti quali Gian Cristoforo Romano, Andrea Sansovino, Antonio da Sangallo il Giovane, Raniero Nerucci, Galasso Alghisi, Giovanni Boccalini e, nel XVIII secolo, Luigi Vanvitelli. Le stanze del Primo Piano o Piano Nobile del braccio occidentale del Palazzo Apostolico erano riservate al governatore e adibite in passato ad uso foresteria, componevano un appartamento utilizzato per accogliere e ospitare nobili, cardinali o principi in visita al Santuario o ad uso di rappresentanza, per dare udienza ad autorità amministrative e politiche. Il Museo - Antico Tesoro della Santa Casa si estende su una superficie di 2000 mq, per complessive 30 sale espositive. I mobili del XVI e XVII secolo, che ornano le sale del Primo piano, costituivano in passato l'arredo d'uso originario del Palazzo.

LA STORIA

Le raccolte del Museo iniziano a formarsi alla fine del secolo XIX, in coincidenza con i lavori di ristrutturazione della Basilica ad opera di Giuseppe Sacconi, negli anni 1884-1905, quando vengono adunati e raccolti nelle Sale del lato occidentale del Palazzo apostolico, dipinti, oggetti, arredi, provenienti dal Santuario, in particolare le maioliche dell'antica Spezieria, e alcuni affreschi staccati. Ad essi si aggiungono gli ex voto, di un certo valore artistico, custoditi ed esposti nella Sala del Tesoro o Sala Pomarancio del Santuario, scampati alla depredazione napoleonica del 1797 e al furto del 1974.

Negli anni successivi varie sono anche le opere acquistate per accrescere le collezioni d'arte, in particolare molte tavolette votive e numerosi pastori di presepio dei secoli XVII-XX. Ne consegue un primo restauro e riordinamento delle raccolte e una ristrutturazione degli ambienti, a iniziare dal 1979. Negli anni 1992-1996 il Museo viene ampliato, con il ripristino e l'utilizzo dei piani superiori, da cui si sono ricavati nuovi locali che hanno dato alla Pinacoteca una più razionale sistemazione.

LABORATORI DIDATTICI

Il Museo come luogo di scoperta, di avventura e di divertimento: questa è la finalità dell'iniziativa che il Museo Antico-Tesoro di Loreto,propone con i propri Laboratori Didattici, rivolti a gruppi parrocchiali, bambini e ragazzi in età scolare, di ogni ordine e grado,dalla Scuola dell'infanzia al biennio delle Scuole superiori. I percorsi didattici, differenziati per fasce d'età, ruotano attorno alle principali collezioni custodite all'interno del Museo e attraverso l'osservazione, la lettura guidata delle opere, con la conseguente fase di attività manuale e creativa da parte dei ragazzi, stimolano in loro la curiosità, la capacità di avvicinarsi con maggior entusiasmo alle molteplici espressione della creatività dell'uomo, che possono rivelarsi fonte inesauribile di sorprese e di scoperte.

LE COLLEZIONI

 

lotto

cesare maccari Cristoforo roncalli detto il Pomarancio
Lorenzo Lotto Cesare Maccari

Cristoforo Roncalli

detto il Pomarancio

immagine complessiva COLLEZIONI

maioliche

arazzi

Dipinti Maioliche da farmacia Arazzi

o

antico tesoro della Santa Casa

devozione lauretana

Corredo d'altare

Antico Tesoro

della Santa Casa
Devozione lauretana

figure e ambienti di presepe

tradizione taumaturgica lauretana

floriano bodini

Figure e ambienti di presepe Tradizione taumaturgica lauretana Floriano Bodini
 

arte contemporanea

 
  Arte Contemporanea